Tessera 33

Leadership & Coaching

Poco tempo fa, uscendo dalla stanza in cui avevo fatto una sessione di Executive Coaching di due ore, mi è capitato di ascoltare uno scambio di battute fra le due assistenti dell’Executive che affiancavo, che dicevano:
“Ma cosa fanno ogni volta per due ore, chiusi in ufficio?” diceva una delle due.
“Non l’ho ancora capito bene rispondeva l’altra, aggiungendo sussurrando “E’ confidenziale”.
Sono uscita sorridendo dall’edificio ma consapevole che lavorare con un coach è qualcosa di ancora nebuloso.

E quindi….. Cosa fa un leader di un’azienda con un coach professionista? Provo a rispondervi…..

SI FERMA. Si, la prima cosa che fa è fermarsi e prendersi un tempo ed uno spazio per sé. Potrebbe sembrare banale ma non lo è affatto in aziende in cui urgenza e velocità sono un must. Così lascia fuori dalla porta decisioni, budget, urgenze, stress e si centra su sé stesso.

OSSERVA. Usa parte di quel tempo e di quello spazio per schiarirsi la mente e osservare, dal di fuori, lo scenario in cui si muove e agisce; con un po’ di distanza.   Quella distanza che consente di vedere il quadro più ampio, di scorgere anche ciò che, quando ci sei dentro con tutto te stesso, non vedi.
Spesso questo quadro è arricchito anche dai feedback che le persone intorno gli hanno restituito e che gli mostrano una immagine di sé che deve accogliere e comprendere.

FOCALIZZA Conferma o ridefinisce le priorità legate al proprio ruolo. Cosa è più importante ora? Cosa deve smettere di fare? Cosa deve continuare a fare? Cosa gli viene chiesto?

SCEGLIE su cosa concentrarsi e ipotizza comportamenti, approcci o azioni per essere più efficace e al servizio del ruolo che ricopre.

SI METTE IN GIOCO uscendo, spesso, dalla propria  zona di comfort e sperimentando nuove prospettive, nuovi comportamenti, nuovi progetti e lasciando andare vecchi schemi mentali o credenze che ora sono zavorre per lui.

SI ALLENA. Mette in campo quanto concordato, apprende e continua  nelle nuove modalità o ne trova altre da sperimentare. Cosa accade dentro e intorno a lui? Che segnali arrivano da chi gli lavora accanto?

OSSERVA E GIOISCE delle conquiste sue e di chi, con la sua guida, lavora più motivato e più responsabilmente.

Tutto questo con il Coach professionista al suo fianco che, custode del processo, lo ascolta, lo sfida ad osare, lo incoraggia con domande ed esercizi e gli mette a disposizione una cassetta ricca di “strumenti del mestiere”.

Mentre pensi al tuo percorso verso una leadership audace, ricorda la saggezza di Joseph Campbell: 

La grotta in cui hai timore di entrare contiene il tesoro che cerchi.
Prendi la paura, trova la grotta e scrivi una nuova fine per te stesso, per le persone che devi servire e sostenere, e per la tua cultura. Scegli  il coraggio più che il comfort.

(Tratto dal libro DARE TO LEAD di Brenè Brown)

Condividi:

Contattaci per avere maggiori informazioni


    Articoli collegati

    I tuoi punti di forza

    Raffaella Villa, Partner di Mosaic, ha scritto un breve ma denso saggio dal titolo “I tuoi punti di forza”, che lei stessa definisce come la “combinazione di competenze, talenti e motivazioni, utilizzata in modo naturale all’interno di un dato contesto (tipicamente il ruolo professionale) per produrre sistematicamente i risultati desiderati”.